Thursday 28 May 2020
Prima Pagina

IL PAESE REALE E I BALLETTI DELLA POLITICA

Bruno Vespa
Ieri ho ascoltato un signore dipendente di un'azienda che ha messo in cassa integrazione lui e gli altri suoi 34 colleghi dall'11 marzo. Visto che il proprietario ha ritenuto di non anticipare nulla dell'assegno, queste persone non percepiscono un centesimo da quasi due mesi e mezzo. «Ho due figli mi ha detto e mi vergogno di chiedere 100 o 200 euro a mia madre pensionata».


Per continuare a leggere l'articolo, l'edizione del Messaggero dalla mezzanotte e tutte le edizioni del giornale, attiva subito la promozione.

Leggi Subito